top of page

ATTIVA LA TUA RESILENZA!

ATTIVA LA TUA RESILIENZA!

Stiamo vivendo un periodo di grande coinvolgimento emotivo, e abbiamo la necessità di trovare dentro di noi le forze che ci aiutano ad affrontare nel migliore dei modi momenti di crisi e stress che ne derivano. Lo stress dovuto dalla condizione pandemica può derivare da varie situazioni, come un problema di salute nostro o di un familiare, un danno economico subito, cambiamenti di abitudini che ci stravolgono la vita, o in maggior misura lo stress può essere causato dallo stato di tensione e di paura nel quale siamo assorbiti quotidianamente. La resilienza è una forza innata nell’essere umano, e quando viene attivata è quella capacità di affrontare con successo un evento negativo che provoca sofferenza e di superarlo in modo tale da ritrovarsi TRASFORMATI, addirittura MIGLIORATI. “ Le difficoltà spezzano alcuni uomini, ma ne rafforzano altri” (Nelson Mandela)

La RESILENZA è un processo di adattamento, ed è diversa dalla RESISTENZA. Resistere è un atteggiamento oppositivo ad una situazione negativa, più ci opponiamo e più esauriamo le nostre energie, quindi è giusto resistere ma non possiamo farlo per un lungo tempo. Adattarsi invece è la capacità di rialzarsi ogni volta che cadiamo, siamo motivati a farlo perché abbiamo uno scopo, la nostra mente è limpida e l’obiettivo è chiaro di fronte a noi. “Cadi sette volte, rialzati otto” (Proverbio giapponese) La RESILENZA è una capacità innata perché ogni essere umano ce l’ha, ma non tutti sono in grado di attivarla.

3 PASSI PER ATTIVARE LA RESILENZA

1. ACCETTAZIONE: accettare che il cambiamento esiste, ed affrontarlo come una Sfida. Puoi scegliere di vivere nel cambiamento rimanendo nella presenza, non perdendo di vista qual è il tuo scopo nella vita. Molte persone non si sono mai chieste qual è il loro scopo nella vita, sono assorbite dal tram tram quotidiano, vivono come automi. Un evento traumatico può essere l’occasione evolutiva per risvegliarsi dall’oblio e creare nuovi obiettivi più aderenti alla propria essenza. Questo atteggiamento sfidante attiva in noi la forza della resistenza e della capacità di adattamento. Come uno scalatore che deve arrivare in cima di una montagna sotto le intemperie, anche tu puoi mantenere chiaro l’obiettivo di fronte a te, e affrontare la situazione senza farti offuscare dalla negatività. Quando metaforicamente arriviamo alla cima, ci sentiamo più forti, abbiamo superato la sfida, la nostra autostima è cresciuta, ci sentiamo trasformati.

“Ciò che non ti uccide, ti rende più forte!” (Friedrich Nietzche)

2. AUTOSTIMA: Creati un supporto sociale. Invece di isolarti, crea un network di persone con le quali può relazionarti, anche a distanza. Ricordati che siamo tutti immersi nella stessa situazione. Frequenta corsi on line, poniti degli obiettivi e comunica con gli altri con l’obiettivo comune di evolversi e di costruire. Quando hai fiducia nelle tue capacità, non sei più in balia degli eventi. Prendendo in mano la situazione, attivi nuovi modi di vedere la realtà, non sei più bloccato dalla negatività stagnante, ma prendi coscienza che hai fronte a te altre possibilità, e alleni così la tua capacità di prendere decisioni e di AGIRE. “Chi non ha affrontato le avversità, non conosce la propria forza” (Benjamin Jonson)

3. AGIRE: agisci sempre! Puoi scegliere di creare ordine e bellezza partendo dal caos. “Bisogna avere il caos dentro di sé per partorire una stella danzante!” (Friedrich Nietzche) Non rimanere fermo e bloccato a rimuginare, nell’attesa che questo periodo passi. Anzi cogli la crisi come occasione evolutiva per osare, per decidere di fare delle cose che hai sempre procastinato per mancanza di motivazione. Questo è il tempo di fare il corso che non hai mai fatto, di fare del movimento all’aria aperta, di studiare, di progettare qualcosa di importante per te.. avendo la consapevolezza che siamo immersi nell’impermanenza, tutto passa e anche la situazione negativa passerà. E tu sarai pronto! “Non è perché le cose sono difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili” Lucio Anneo Seneca CRISTIANA ZANELLO

137 Persone raggiunte 20 Interazioni Metti in evidenza il post

55 Condivisioni: 2 Mi piace Commenta Condividi

15 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page